Entrare negli USA

Se sta pianificando un viaggio negli Stati Uniti, è necessaria una certa preparazione. Spiegheremo gli aspetti più importanti della richiesta ESTA, le categorie di visto e le procedure per entrare negli USA.

Notizia attuale

Da ottobre 2022, è necessario fare una richiesta ESTA anche per entrare negli Stati Uniti via terra! Ciò significa che a partire da questo momento si applicano regole uniformi a tutti i viaggiatori, indipendentemente dal mezzo di trasporto utilizzato per arrivare negli Stati Uniti.

Fa una richiesta ESTA adesso per viaggiare negli Stati Uniti senza un visto!

ESTA

L'autorizzazione di viaggio ufficiale per il soggiorno negli Stati Uniti!

Documenti obbligatori per entrare negli USA

Prima del suo soggiorno negli Stati Uniti, deve richiedere un ESTA o ottenere un visto USA. È inoltre necessario prendersi cura di documenti di viaggio validi. Uno dei documenti più importanti è, ovviamente, il passaporto.

Passaporto: formalità per il suo viaggio negli USA

Un passaporto valido è il primo requisito per entrare negli Stati Uniti. Ne ha bisogno quando richiede la sua autorizzazione di viaggio ESTA ed anche quando la presenta ai doganieri statunitensi all'aeroporto.

Il suo passaporto deve rispondere ai criteri seguenti:

  • Deve essere un passaporto elettronico dotato di un microchip e una foto biometrica.
  • Il suo passaporto deve essere valido per tutta la durata del suo viaggio, compreso il giorno della partenza, se il paese d'origine è membro del "Six Month Club".
  • Per i viaggiatori provenienti da altri paesi, il passaporto deve essere valido per 6 mesi oltre la data di partenza.
  • I bambini hanno bisogno di un passaporto biometrico.
  • Se hai solo un passaporto temporaneo o se tuo figlio ha un passaporto non biometrico per bambini, puoi richiedere un visto. Non può viaggiare con l'autorizzazione ESTA.

ESTA Passport valid min

Un passaporto valido è necessario per entrare negli USA.

Autorizzazione di viaggio ESTA: come funziona?

Come viaggiatore da un paese che partecipa al Visa Waiver Program, non ha necessariamente bisogno di un visto per entrare negli Stati Uniti. È possibile richiedere una autorizzazione ESTA, che è molto più semplice da ottenere.

ESTA significa "Electronic System for Travel Authorization" e permette alle persone dei paesi membri del Visa Waiver Program di viaggiare negli Stati Uniti senza visto.

Con l'ESTA, tuttavia, ci sono alcune cose da sapere:

  • Un rifiuto dell'ESTA legato a errori o spazi vuoti nella richiesta risulta in un’esclusione a vita. Per evitare questo, è possibile ottenere aiuto dagli esperti USA di The American Dream.
  • Bisogna trasmettere la sua richiesta ESTA almeno 72 ore prima del suo viaggio. Le approvazioni in tempo reale non sono più possibili.
  • L'autorizzazione ESTA permette di entrare negli Stati Uniti quante volte si vuole in un periodo di due anni.
  • L'autorizzazione ESTA è valida solo per il turismo o per eventi d'affari sporadici. Se desidera lavorare, studiare o espandere permanentemente la sua rete di affari in America, ha bisogno del visto corrispondente.
  • Un funzionario della dogana prende la decisione finale se può entrare negli Stati Uniti.

Buono a sapersi

Un ufficiale delle Dogane e Polizia di Frontiera degli Stati Uniti (Customs and Border Patrol, CBP) prende la decisione finale sull'entrata negli USA al punto d'ingresso, cioè all'aeroporto o al porto negli Stati Uniti.

Ingresso negli USA con visto

È necessario richiedere un visto per gli Stati Uniti, se non si è qualificati per un'autorizzazione ESTA o se si pianifica più di una vacanza o brevi incontri d'affari.

Chi ha bisogno di un visto per gli USA?

Un visto è necessario per lavorare, studiare o seguire un corso di formazione negli Stati Uniti. Ci sono più di 50 diverse categorie di visti, che possono essere divise in due categorie principali: visti per non immigranti e visti per immigranti.

Visti per non immigranti

Categoria

Per chi?

A quale scopo?

C-1/D

dipendenti/membri dell'equipaggio di compagnie aeree o navi

attraversare il paese

E-1

commercianti e manager, direttori e specialisti di aziende che fanno affari con gli USA

viaggi d'affari, commercio

E-2

investitori, ma anche manager, direttori e specialisti di aziende che hanno investito negli USA viaggi d'affari, investimenti

H-1B

esperti e professionisti ben qualificati in posizioni che richiedono competenze specializzate: solo con un diploma universitario lavoro, scienza

I

giornalisti e rappresentanti dei media reportage, documentazione, notizie

L-1 et L-1 Blanket

dipendenti che si trasferiscono all'interno della loro azienda: procedura standard o procedura di domanda semplificata per le aziende con molti collocamenti lavoro, trasferimento di dipendenti

O-1

individui con competenze eccezionali nelle scienze, nelle arti, nell'istruzione, negli affari o nell'atletica, anche senza una laurea arte, educazione, scienza, sport

TN (NAFTA)

lavoratori qualificati dal Canada e dal Messico lavoro

B-1

viaggiatori d'affari, lavoratori domestici o dipendenti personali di cittadini statunitensi all'estero, atleti, organizzazioni senza scopo di lucro lavoro

B-2

turisti che desiderano soggiornare fino a 180 giorni negli USA vacanze

B-1 / B-2

viaggiatori che desiderano combinare affari e attività turistiche negli USA per un massimo di 180 giorni lavoro, sport, servizio o assistenza combinati con le vacanze

F-1

studenti studi, formazione linguistica, altra istruzione o formazione

J-1

tirocinanti, apprendisti, au-pair, visitatori in scambio, insegnanti e professori in scambio, medici stranieri in formazione educazione, assistenza all'infanzia

M-1

visitatori non accademici delle scuole professionali educazione

Visti per immigranti

Categoria

Per chi?

A quale scopo?

EB-1

immigrati che sono molto importanti per gli USA grazie alle loro qualifiche professionali

immigrazione per lavoro

EB-2

immigrati con abilità particolari

immigrazione per lavoro

EB-3

immigrati che sono dei professionisti qualificati o degli accademici

immigrazione per lavoro

EB-4

immigrati che sono dipendenti di chiese e comunità religiose immigrazione per lavoro

EB-5

immigrati che vogliono investire negli USA immigrazione per investimenti

IR-1

immigrati che sono sposati con cittadini statunitensi immigrazione per una riunione familiare

IR-2

figli di cittadini statunitensi sotto i 21 anni che non sono sposati immigrazione per una riunione familiare

IR-3, IR-4, ICH-3, IH-4

bambini adottati fuori dagli USA da cittadini statunitensi e bambini da adottare negli USA immigrazione per una riunione familiare

F-1

discendenti non sposati di cittadini statunitensi con più di 21 anni e i loro figli minorenni immigrazione per una riunione familiare

F-2A

sposati e figli non sposati dei titolari della Green Card di meno di 21 anni immigrazione per una riunione familiare

F-2B

figli non sposati dei titolari della Green Card di più di 21 anni immigrazione per una riunione familiare

F-3

figli sposati di cittadini statunitensi, loro coniugi e figli minori immigrazione per una riunione familiare

F-4

fratelli e sorelle di cittadini statunitensi immigrazione per una riunione familiare

Come si fa una richiesta di visto per gli USA?

La procédure de demande d'un visa américain comporte plusieurs étapes. Avant la fin de la procédure, il y a toujours un entretien dans le consulat ou l'ambassade des États-Unis responsable. Comment faire une demande de visa américain ?

  • Preparare i documenti: Questo include il suo passaporto, una foto e il modulo di domanda DS-160, così come la prova dei requisiti che la qualificano per la sua categoria di visto. Per i visti di lavoro, una richiesta di permesso di lavoro deve essere presentata dal datore di lavoro statunitense durante il processo di applicazione.
  • Presentare la richiesta via Internet: Crea un account sul sito web di CGI Federal. In seguito, si può navigare tra le singole fasi del processo di applicazione.
  • Pagare la tassa di deposito: La tassa consolare può essere pagata sul portale web tramite trasferimento bancario, carta di debito, carta di credito o deposito in contanti presso la banca. Partecipare a un appuntamento per un'intervista presso il
  • Consolato degli Stati Uniti: Le sarà dato un appuntamento personale al più vicino consolato degli Stati Uniti dopo aver pagato la tassa per il visto. Bisogna portare con sé tutti i documenti richiesti in base alla categoria del visto.
  • Pagare altre tasse: Durante l'appuntamento all'ambasciata, è possibile che si debba ancora pagare la tassa per la prevenzione e il rilevamento delle frodi (per i visti Blanket L1) o le tasse per la verifica di vari documenti come i certificati di nascita, di matrimonio, di adozione e le carte d'identità o altri certificati.
  • Mantenere una visione d'insieme: Dato che il numero e l'ammontare delle tasse variano significativamente da visto a visto e anche i tempi di attesa attuali sono difficili da tenere sotto controllo, è consigliabile prenotare un pacchetto di servizi di visto all-inclusive con un'agenzia. Degli esperti in materia di visti l'aiuteranno ad evitare errori e la informeranno anche sul suo stato attuale e su eventuali tempi di attesa.
  • Inviare i documenti: Durante il suo appuntamento al consolato o all'ambasciata, ha consegnato il suo passaporto (e i passaporti di eventuali compagni di viaggio). Dopo che il consolato ha applicato il nuovo adesivo per il visto, puoi ritirarlo in persona, o sarà inviato per corriere a casa sua.

Che visto per gli USA mi serve?

Quando si richiede il visto per gli USA, bisogna scegliere tra più di 50 diverse categorie di visti. Come viaggiatore d'affari, commerciante o manager, si qualifica probabilmente per un visto della categoria E o il visto B-1, e come turista per il visto B-2.

Alcune persone viaggiano con il visto H-1B per persone molto qualificate o il visto O-1 per persone con capacità eccezionali. Ci sono anche categorie separate per studenti e tirocinanti, cioè le categorie J-1 e F-1. Degli esperti in materia di visti possono aiutarla ad ottenere il visto giusto per il suo viaggio.

Quali moduli devo compilare prima del viaggio negli USA?

Oltre alla sua richiesta ESTA o visto, riceverà un paio di moduli. Questi includono il conciso modulo TSA che specifica il nome, la data di nascita, e il sesso. Anche riceverà il modulo APIS che è più dettagliato.

APIS: scheda tecnica per il volo negli USA

Prima di entrare negli USA, la compagnia aerea le chiederà i dati personali per l'Advance Passenger Information System (APIS). Questi includono:

  • Nome
  • Data di nascita
  • Nazionalità
  • Sesso
  • Numero di passaporto
  • Indirizzo dove passerà la sua prima notte negli USA

Molte compagnie aeree ora accettano la presentazione digitale dei dati, per esempio, attraverso il sito web della compagnia aerea. La ragione della richiesta addizionale è l'obbligo delle compagnie aeree di comunicare le informazioni sui passeggeri che non sono contenute nel passaporto.

Importazione negli USA

Prima di entrare negli USA, si assicuri di comprendere le regole per l'importazione dei seguenti oggetti:

  • Cibo
  • Articoli di lusso
  • Contanti
  • Medicina
  • Animali domestici
  • Armi

Inoltre, è necessario familiarizzarsi con i regolamenti d'ingresso negli Stati Uniti.

Passo a passo: come entrare negli USA

Ha tutti i documenti e conosce tutte le regole per il suo viaggio negli Stati Uniti? Adesso è pronto a volare!

  1. Check-in online con la compagnia aerea: Ora può fare il check-in utilizzando il suo computer per risparmiare tempo. Il check-in digitale funziona a orari diversi che dipendono dalla compagnia aerea. Tuttavia il check-in termina fino a 40 minuti prima della partenza. Per maggiori informazioni, controlli il sito web della sua compagnia aerea.
  2. Richiesta di dati APIS: Alcune compagnie aeree chiedono le informazioni APIS al check-in, altre poco dopo la riservazione.
  3. Consegna dei bagagli al check-in: Si presenta all'aeroporto in tempo per consegnare i suoi bagagli anche se ci sono lunghe code. Presenta il suo passaporto e riceve la sua carta d'imbarco.
  4. Controllo di sicurezza: Il controllo di sicurezza può richiedere un po' più di tempo. I tempi di attesa variano a seconda dell'aeroporto, del volume di traffico attuale, della situazione della sicurezza internazionale e della durata del viaggio.
  5. Secondo controllo di sicurezza (nota SSSS sulla carta d'imbarco): Le compagnie aeree americane inviano occasionalmente dei passeggeri individuali al SSSS (Secondary Security Screening Selection). Durante questo secondo controllo di sicurezza, il bagaglio a mano viene perquisito accuratamente, il passeggero viene scansionato e gli vengono poste molte domande precise. Durante questa procedura, bisogna mantenere la calma e rispondere con precisione.
  6. Dichiarazione doganale: La dichiarazione doganale (modulo 6059B del CBP), serve a indicare ai funzionari doganali degli Stati Uniti quali prodotti, mezzi di pagamento e alimenti vengono portati negli Stati Uniti. Questo riguarda gli oggetti di valore che devono essere sdoganati, ma è anche utile per la biosicurezza. Il modulo cartaceo da compilare è stato ufficialmente abolito per motivi ambientali e sostituito dalla dichiarazione elettronica al controllo passaporti. Tuttavia, i moduli cartacei sono ancora utilizzati occasionalmente sui voli e nelle sale d'arrivo.
  7. Altri controlli: Con l'ESTA, la Green Card o il programma Global Entry, è possibile effettuare il controllo dei passaporti nei terminali in molti aeroporti degli Stati Uniti. Se ha diritto al controllo automatico del passaporto, le verrà chiesto di scannerizzare il suo passaporto alla macchina, fare una foto e rispondere a una serie di domande. La macchina per il controllo dei passaporti emetterà quindi un documento che lei presenterà ai funzionari dell'U.S. Customs and Border Protection insieme con il suo passaporto.
  8. Conversazione con i doganieri statunitensi: Un doganiere degli USA con le sue domande penetranti e il suo sguardo indagatore può essere un po' intimidatorio. Anche in questo caso, è importante mantenere la calma e rispondere in modo sincero, breve e preciso.
  9. La decisione: Un doganiere prende la decisione finale sul suo ingresso negli Stati Uniti. Se ha risposto alle sue domande in modo sincero e sicuro, il doganiere metterà un timbro nel suo passaporto. Controlla brevemente la data e confrontala con il periodo di validità del suo visto per evitare problemi al momento della partenza dal paese.
  10. Entrare negli Stati Uniti: Benvenuti nel paese più bello del mondo!

Consigli utili per entrare negli USA

Con i seguenti consigli, può entrare negli USA senza stress:

  • Conoscere il linguaggio della dogana statunitense: Il personale alla frontiera degli Stati Uniti ha un proprio linguaggio. Per evitare malintesi e rifiuti all'aeroporto, memorizza questo dialogo:

Doganiere: "Why are you visiting the United States?“ (“Perché sta visitando gli Stati Uniti?”)

 

 

Turista:

“Pleasure.” ("Per il piacere.")

Viaggiatore d'affari:

“Business.” ("Per il lavoro.")

Viaggiatore con visto F1, J1 o H3:

"Pour les études" ou "Pour un stage"

Titolare di un visto per non immigranti con un permesso di lavoro:

“Work.” ("Lavoro.") o “Temporary Work.” ("Lavoro temporaneo.")

Titolare di una Green Card

"Immigrant." (“Immigrante.") o "Lawful Permanent Resident." (“Residente permanente legittimo.”)
  • Consultare un'agenzia invece di un avvocato: I problemi di visto possono facilmente complicarsi, soprattutto quando sono coinvolti la famiglia e/o il lavoro. Tuttavia, è possibile risparmiarsi il costo di un avvocato, dato che ci sono offerte molto utili e convenienti dalle agenzie di servizi per i visti USA.
  • Fare il controllo automatico del passaporto al terminale: Se sta viaggiando con la Green Card o l'ESTA, può risparmiare molto tempo grazie al controllo elettronico del passaporto. Questi terminali per il controllo dei passaporti si trovano in molti aeroporti statunitensi. Quando si fa il controllo elettronico del passaporto, bisogna seguire le istruzioni della macchina e poi mostrare il ticket che la macchina ha stampato al doganiere.
  • È meglio chiamare: Se pensa di stare aspettando troppo tempo per un appuntamento o per l'invio dei suoi documenti, può semplicemente chiamare le autorità statunitensi competenti. Così è possibile eliminare i malintesi o prendere in considerazione bisogni speciali e situazioni eccezionali urgenti.
  • Evitare l'alcol e la marijuana: Ciò che è perfettamente normale nel vostro paese d'origine può essere problematico per un funzionario americano. Gli aeroporti appartengono alle "terre federali". Il consumo di marijuana è illegale secondo la legge federale, anche se è permesso in alcuni stati. Anche un respiro ubriaco rende i funzionari di frontiera molto sospettosi.
  • Non portare i certificati di lavoro tradotti nel bagaglio a mano: Se ha un certificato di lavoro nel suo bagaglio a mano ed entra nel paese senza un visto di lavoro, la US Customs and Border Protection potrebbe sospettare che sta pianificando di lavorare illegalmente. Quindi è meglio non portare quei documenti nel bagaglio a mano.
  • Controllare gli account dei social media: Alla richiesta ESTA, è possibile indicare tutti i suoi account sui social media. Quindi, bisogna assicurarsi che non siano pubblicati dettagli ambigui sui propri piani negli Stati Uniti. Inoltre, non pubblica forti critiche sulla legge, il governo, il paese e la gente degli Stati Uniti. Interessante: I doganieri non sono autorizzati a chiedere delle password. Tuttavia, ci sono stati dei casi in cui i viaggiatori hanno dovuto sbloccare e consegnare i loro telefoni cellulari per attraversare il confine degli Stati Uniti.
  • Non scherzare alla frontiera: Il suo umorismo può costarle il visto. Quindi, quando parla con i doganieri, si attenga sempre alla verità e risponda brevemente.
  • Controllare il timbro d'ingresso e i dati nel modulo I-94: Immediatamente dopo la timbratura, controlla le date per verificare che le date di entrata e di uscita siano le stesse che le date del visto. Inoltre, il modulo I-94, che ora è compilato elettronicamente, la registra presso la US Customs and Border Protection (CBP). Bisogna anche controllare che i dati siano corretti. Se c'è un errore, bisogna comunicare direttamente al doganiere. È complicato fare una correzione dopo aver abbandonato l'aeroporto.

Ingresso negli USA negato: ora che fare?

Anche se è ben preparato, può succedere che un ufficiale di frontiera americano le rifiuti l'ingresso negli USA. Ci sono molte ragioni per un tale rifiuto dell'ingresso.

Motivi possibili per un rifiuto d'ingresso negli USA

Una delle ragioni più comuni è una documentazione incompleta. Tuttavia, ci sono molti altri piccoli e grandi errori che possono provocare il rifiuto alla frontiera degli USA. Questi includono:

  • Informazioni errate (anche spazi vuoti aggiunti per errore)
  • Categoria di visto sbagliata (questo può essere evidente quando si parla con il funzionario americano)
  • Requisiti per il visto non soddisfatti
  • Comportamento anormale (anche in passato)
  • Circostanze personali come una fedina penale o una malattia infettiva

Autorizzazione ESTA negata: ora che fare?

Se il doganiere pensa che lei non sia in grado di entrare negli Stati Uniti, chiamerà prima un secondo funzionario per una seconda inchiesta. Se anche questo secondo ufficiale rifiuta il suo ingresso, questa decisione è definitiva e non può essere contestata da lei.

Non è necessario che il doganiere le spieghi il motivo di ciò. Adesso le sue opzioni sono limitate a contattare il Dipartimento della sicurezza interna degli Stati Uniti d'America (Department of Homeland Security, DHS) per richiedere informazioni e assistenza al suo ritorno in patria utilizzando un modulo online del Traveler Redress Inquiry Program.

Dopo essere stato negato l'ingresso alla frontiera degli Stati Uniti, non è più qualificato per il viaggio senza visto (ESTA) per il momento. È possibile che, in determinate circostanze, vengano imposte ulteriori sanzioni come un divieto d'ingresso o una cancellazione del visto.

Evitare degli errori entrando negli USA

Per evitare rifiuti alla frontiera, divieti d'ingresso e situazioni spiacevoli durante il viaggio negli USA, si può consultare degli esperti ESTA come il team di The American Dream.

Jetzt ESTA beantragen